Tra tutti gli stili, l’arredamento classico contemporaneo sta riscuotendo un grande successo e un vasto consenso nelle case più signorili e senza tempo.

Di che si tratta e come ricrearlo in un interno?

Arredamento classico contemporaneo
Look chic per una cucina contemporanea in un ambiente classico

Lo stile classico contemporaneo è un mix sapiente e curato tra l’arredamento minimal chic contemporaneo e il look neoclassico.

Arredamento classico contemporaneo
Architettura classica e arredi contemporanei

 

Di fatto è uno stile che nasce tra Francia e Russia, dove le architetture classiche e neoclassiche sono parecchio diffuse. Può sembrare una contraddizione perché si tratta di due stili diametralmente opposti, ma in realtà non lo è, se realizzato con sapienza e controllo del risultato.

Arredamento classico contemporaneo
Le forme classiche dell’architettura fanno da quinta a un’impostazione ipermoderna

L’architettura gioca un grandissimo ruolo in questo tipo di arredamento, perché finestre grandi, camini antichi, boiserie e modanature sono la base da cui partire.

Perché scegliere un Arredamento Classico Contemporaneo?

Sicuramente perché è un tipo di stile non scontato e super elegante.

Non è facile creare un mood di questo tipo: basta poco, un ingrediente sbagliato o troppi ingredienti per fallire. La nostra tendenza, infatti, è di accumulare arredo cercando di riempire tutti gli spazi vuoti. In realtà non sempre serve. Se l’architettura di partenza è storica o di grandi dimensioni, l’arredo va ben dosato.

 

Arredamento classico contemporaneo
Colori caldi e nuances delicate

Va anche detto che un arredo di questo tipo si può realizzare persino in appartamenti moderni, non necessariamente antichi e dalle forme classiche.

Arredamento classico contemporaneo
Mix freddo con grigi che si uniscono a rosa e azzurri

Caratteristiche essenziali

Arredamento classico contemporaneo
Caldo con metalli color oro e tagli di luce

Gli elementi chiave per comporre un interno Classico Contemporaneo sono:

  • Pavimenti in marmo o parquet (per lo più a spina). Leggi anche come abbinare Marmo e Legno.
  • Predominanza di colori caldi, bianchi 9010, beige, caramello e legni moderni (no ciliegio…) con venature vive
  • Rivestimenti in materiali lucidi o semi lucidi, come marmi, legni laccati, metalli, specchi e vetri
  • Presenza di modanature o lavorazioni decorative nelle ante dei vari arredi
  • Uso sapiente delle boiserie e delle cornici decorative
  • Tendaggi morbidi e luxe, con tessuti importanti
  • Imbottiti con lavorazioni capitonné, velluti o tessuti
  • Lampadari e candelabri con decorazioni in oro/oro rosa/bronzo o sfere di vetro dal sapore sofisticato, uniti a tagli di luce led nascosti
  • Eventuale presenza di camini, colonne, archi o elementi architettonici preesistenti in marmo o pietra
  • Non ci sono decapati, legni grezzi usati, elementi shabby, di arte povera o provenzali che non hanno niente a che vedere con un atteggiamento luxe.
  • Essendo uno stile molto lontano dallo Scandinavo, non è total white o tutto laccato con bianco ottico. Il rovere è poco usato.
Arredamento classico contemporaneo
Porte classiche e boiserie unite ad arredi moderni

 

Il bello di questo stile è che l’effetto finale può risultare più o meno classico a seconda della dose di elementi scultorei o dettagli neoclassici che si inseriscono.

Non è detto che tutto debba essere modanato o intarsiato o in capitonné. La scelta può convergere su ante lisce e semplici o su imbottiti più lineari, con un risultato nettamente più vicino al contemporaneo.

Arredamento classico contemporaneo
Lusso ed eleganza

Una delle più grandi obiezioni, infatti, è che questo stile possa risultare “pesante“.

Di certo non è uno stile minimalista e nemmeno economico, ma rispetto ad altri, riesce a dare un senso di ricercatezza ed eleganza senza paragone.

 

 

 

I colori, tra design e preziosità

I colori dell’Arredamento Classico Contemporaneo sono per lo più caldi. Mix&match di bianchi, beige, greige, caramello, cammello, azzurro polvere, rosa antico, avorio sono le palette più diffuse. Unite ai legni color noce o molto scuri (mai tendenti al giallo o al rosso), riescono a far spiccare quel senso di fiaba con una nota avvolgente.

 

Arredamento classico contemporaneo
Bianchi, corda, marroni, legni e grigi in un mix elegante

 

Arredamento classico contemporaneo
Minimalismo in marmo e design

Gli ambienti sono sempre studiati in modo da sottolineare il senso di profondità ma anche per evidenziarne la luminosità: sono infatti stanze con finestre molto grandi, con un gioco di volumi che sposta l’attenzione dagli arredi alle pareti e viceversa.

In alcuni casi è possibile osare anche con i grigi scuri e i neri. In generale le linee sono sempre slanciate e c’è sufficiente spazio per inserire living grandi e spaziosi e cucine fluide.

 

Arredamento classico contemporaneo
Opaco e lucido insieme per un look ricercato

 

Per gli imbottiti si può aggiungere qualche tono più eccentrico. Le testate del letto, ad esempio, possono essere completate da lavorazioni a mano in velluto o drappeggi, al posto delle più moderne soluzioni rigide in legno.

Per i divani vanno molto le composizioni a centro stanza, se lo spazio lo permette, con la possibilità di creare una sedute bifacciale.

Arredamento classico contemporaneo

Le forme superavvolgenti dell’Arredamento Classico Contemporaneo

Come ho già accennato, questo stile comporta un lavoro di arredo piuttosto impegnativo. Lo studio sapiente del mix tra classico e contemporaneo è la chiave di una buona riuscita.

Arredamento classico contemporaneo
Anche un tono più scuro non delude
Arredamento classico contemporaneo
Per chi ama il look curato e femminile

Di sicuro è la scelta giusta per chi vuole provare nuove idee o scoprire nuove possibilità, con un budget non troppo limitato.

Si tratta di dare un’impronta molto personale e mai scontata a una residenza, seppur un semplice appartamento, considerandola una sorta di limited edition di una dimora storica dalla forte componente emozionale.

Arredamento classico contemporaneoArredamento classico contemporaneo

Una casa diventa una vera e propria esperienza. Mai un posto semplificato per dormire, ma un viaggio in un mondo unico e raffinato.

Le forme classiche si uniscono ad arredi ultra contemporanei, anche tecnologici, se vogliamo. Quanto è classico e quanto è contemporaneo è una scelta di chi arreda. Io propongo un 30% di classico contro un 70% di nuovo. Esagerare con le forme antiche significa rischiare di sforare nel repertorio museale, rischiando di perdere quel senso di presente a cui siamo fortemente abituati.

Arredamento classico contemporaneo

 

Arredamento classico contemporaneo
Bagno mix tra marmi, stucchi e colori ipermoderni

Metalli plurali

Una delle caratteristiche più importanti di questo stile è che, oltre alla presenza di marmi e legni, c’è una forte componente lucida e di riflessione dovuta ai metalli. Linee puriste si mixano con elementi più complessi e decorati, e il look ricercato è assicurato dalla presenza di oro, bronzo, argento e oro rosa o corten o metalli dark.

Arredamento classico contemporaneo

Arredamento classico contemporaneo

Un ambiente anonimo riesce a cambiare completamente il suo aspetto aggiungendo uno o più elementi dorati o riflettenti, soprattutto se luminosi.

È una caratteristica davvero irrinunciabile.

 

Arredamento classico contemporaneo

A volte, nell’Arredamento Classico Contemporaneo la trama del tempo riaffiora come un’istantanea, a volte è più consolidata.

Per me la soluzione giusta è il montaggio ben dosato di temporaneità sfalsate con l’accostamento di frammenti astorici, plurali, quasi sospesi nell’incanto.

Arredamento classico contemporaneo
Color petrolio, chic e perfetto misto al legno

 

Arredamento classico contemporaneo

Arredamento classico contemporaneo

Arredamento classico contemporaneo
Arredamento classico contemporaneo Marmo a pavimento e boiserie: un interno modernissimo

 

Arredamento classico contemporaneoArredamento classico contemporaneo

Trasforma il tuo interno in un ambiente da sogno!

La tua casa è pura emozione.
Ristrutturare o cambiare l’arredamento interno non può più essere un tentativo alla cieca.

Grazie alla mia professionalità da architetto e ai render fotorealistici tridimensionali potrai vedere il risultato prima ancora dell’inizio dei lavori.

TRASFORMA LA TUA CASA IN UN AMBIENTE DA SOGNO >> SCOPRI COME


Gaia Miacola
Gaia Miacola

Architetto + Designer, Specializzata in Visual Design e Progettazione di Interni. Ho affiancato diversi studi di architettura e design, sia nazionali che internazionali, progettando per lo più Interiors e Residenze di grande pregio.

Domande? Lascia un commento.
Rispondo sempre di persona appena posso!

    Risposte a "Arredamento Classico Contemporaneo: guida allo stile più elegante"

    • Tommaso

      Buongiorno Gaia,
      ho un soggiorno con parquet in rovere lucido e mobili “importanti” in legno della stessa tonalità (uno è una libreria che nasconde una scala in legno che porta al piano superiore), un tavolo da pranzo in cristallo, un pianoforte nero abbinato a mobili con cassettoni neri in zona salotto. Il divano è color salvia con motivi giallo senape, abbinato a una poltrona in pelle anch’essa color senape con pouf coordinato. I tendaggi sono doppi: color crema molto trasparenti con una tenda morbida color senape sopra. Che colore consigli per le pareti? Pensavo a delle nuance del beige/tortora ma mi sembra di scadere nel banale.

      • Gaia Miacola

        Beh, bisognerebbe vederlo per via della varietà di colori esistenti. Io opterei per un bianco, più banale ma almeno non si sbaglia. Il senape non sta bene con il tortora e anche il verde salvia potrebbe avere problemi.

    • Erika Bove

      Buongiorno mi piace molto
      Questo stile, ho una sala non molto
      Grande, con volte a stella e con una parete a vista. Si può applicare questo stile? (Pavimento quasi bianco)

      • Gaia Miacola

        Sì, l’importante è non esagerare viste le volte a stella.

    • Erika Bove

      Buongiorno ho una sala non molto grande. In volte a stella e una parete a vista. (Pavimento bianco). Si potrebbe applicare questo stile?

      • Gaia Miacola

        Certo, per dare quel carattere in più che con il total white potrebbe mancare.

    • Federico

      Buongiorno Gaia, io devo realizzare un affittacamere con camere da letto di dimensioni standard (da 14 ai 18 mq) ma luminose. Inoltre vorrei evitare il parquet a terra perché delicato all’usura ed all’acqua… Sarebbe possibile creare ugualmente queste atmosfere?

      • Gaia Miacola

        Sì, non è obbligatorio il parquet. Anche il gres effetto marmo o la resina permettono.

Rispondi