Migliorare una casa in affitto: 5 idee per personalizzarla

by Gaia Miacola

Come migliorare una casa in affitto? Come vivere al meglio un ambiente che non è di proprietà e che probabilmente un giorno si lascerà per altre soluzioni?

Noi architetti parliamo troppo poco di questo argomento. Eppure tantissime persone vivono in situazioni temporanee e/o in case non di proprietà. Questo però non significa che bisogna accontentarsi: anche una casa in affitto può – e deve – raccontare la personalità di chi la vive, senza dover rinunciare alla bellezza.

Migliorare una casa in affitto

Scegliere una casa in affitto è un’ottima strategia per chi non vuole accollarsi le spese di un acquisto o per chi lavora o studia fuori e non sa se, dopo un determinato tempo, vivrà nello stesso posto.

In Italia nel 2021-2022 il mercato degli affitti ha registrato un calo dei canoni di locazione degli immobili tipo monolocali e bilocali in città per rilevare una crescita degli stessi per ville e case nei pressi del mare. La pandemia ci ha evidentemente insegnato che vivere nella natura è meglio che inscatolarsi nel traffico cittadino!

Nel 2022 i giovani tra i 20 e i 31 anni di età non compiuti, con redditi non superiori a 15.493 euro, potranno richiedere un bonus affitto per sostenere le spese di locazione. Verrà erogato come credito di imposta, a scelta tra un importo forfettario di 991,60 euro e il 20% del totale delle spese di affitto, fino a un massimo di duemila euro. Per poterlo ricevere è necessario che l’immobile per il quale si fa domanda sia la propria residenza principale e non coincida con quella dei propri genitori.

Il bonus sarà erogato solo per i primi quattro anni di durata del contratto di locazione e non potrà essere chiesto per alloggi finalizzati a scopi turistici, per le case popolari o gli immobili di lusso.

Come migliorare una casa in affitto?

Migliorare una casa in affitto

Dal momento che prima o poi lascerai un appartamento o una casa in affitto, a volte prima del previsto, può essere difficile giustificare una spesa elevata per l’arredamento. Ma questo non significa che non puoi renderlo particolare o migliorarlo al massimo mentre ci vivi.

Quando spendi del denaro, pensa sempre a lungo termine: mira a ridurre al minimo il costo dei lavori strutturali o di materiali di rivestimento (non potrai portarli con te!) e spendi invece sugli arredi che possono essere riutilizzati in una casa futura.

Migliorare una casa in affittoControlla sempre il tuo contratto di locazione per capire cosa davvero non dovrebbe essere cambiato (ad alcuni proprietari non piace l’idea di un inquilino che cambi gli impianti o i rivestimenti, ad esempio) e poi scegli alcuni interventi che ti piacciono tra questi che ti suggerisco.

Gioca con il colore

Migliorare una casa in affittoUsare il colore in una casa in affitto è strategicamente interessante. Sia perché migliora la percezione dello spazio (con un pavimento brutto è un must), sia perché rende la casa più di carattere ed è semplice poi da rimuovere.

Migliorare una casa in affitto

Potrebbe sembrare strano, ma persino dipingere il soffitto avrà un grande impatto sull’atmosfera di una camera. Puoi anche utilizzare il color block per definire alcuni spazi funzionali o dare più profondità alla stanza.

Migliorare una casa in affitto

In questo articolo ne ho ampiamente parlato, leggilo subito!

Acquistare semplici scaffali o mensole su internet o da IKEA e semplicemente dipingerli del colore della parete, li farà sembrare come realizzati su misura. L’idea di decorare mobili e armadi low cost è interessante. Esistono su Amazon vernici per mobili laccati che si applicano senza la carteggiatura, ideali per cambiare look senza troppi sbattimenti o creare ante fantasy.

Utilizza adesivi e wallpaper

Migliorare una casa in affitto

Rivestire superfici con wallpaper o con carta adesiva è un altro stratagemma furbo per migliorare una casa in affitto senza dover investire un capitale. Alcuni wallpaper che si acquistano online hanno prezzi abbordabili e possono essere posati con poco sforzo, persino cambiati periodicamente, per cambiare il look della casa o di un bagno, ad esempio.

Alcuni wallpaper sono già dotati di adesivo e possono essere installati con il fai da te, su ante o all’interno di armadi oppure sui piani scrivania già vissuti delle camerette, con un vetro a protezione. L’uso del decorativo serve a movimentare un ambiente, a renderlo cangiante, divertente e a sdrammatizzare le pareti troppo bianche.

Pensa persino a sovrapporre un pavimento vinilico all’esistente. Avrai il problema delle porte da accorciare, ma, se d’accordo con il proprietario, puoi completamente rinnovare l’interno senza spese folli.

Investi su armadi, letti e oggetti trasportabili

Migliorare una casa in affitto

Se da un lato non conviene investire per mobili su misura, dall’altra parte è possibile comunque comprare oggetti di design, tavoli e sedie che siano trasportabili in qualunque casa. Ci sono arredi che hanno misure piuttosto standard, per cui sicuramente troveranno una collocazione in un altro appartamento.

Alcune aziende di letti ed imbottiti, per fare un esempio, lasciano in dotazione una seconda fodera/rivestimento per un cambiamento successivo. Questo permette di rinnovare il look del letto in un’altra casa senza dover riacquistare tutta la struttura.

Come materiali, per gli arredi di fascia media, scegli melaminici al posto dei laccati oppure arredi di primo prezzo di aziende comunque note. Non valutare solo e comunque i rivenditori low cost. Molte aziende effettuano scontistiche su arredi da magazzino o collezioni che stanno per andare fuori produzione. C’è chi addirittura frequenta le fiere per chiudere contratti interessanti per arredi presenti in esposizione.

Per tavoli e sedie puoi tranquillamente investire, come per letto e comodini. Li potrai portare con te nella nuova casa.

Compra e installa un’illuminazione di design

Migliorare una casa in affitto

Chi affitta una casa pensa poco all’illuminazione. Illuminare non vuol dire solo realizzare abbassamenti di soffitto con faretti! Si può illuminare con piantane, sistemi a binario da superficie, led nascosti e tanto altro.

Migliorare una casa in affittoSe acquisti una lampada di design rimarrà tua per sempre, non rimane legata alla casa come un faretto in gesso.

Anche i cavi a vista possono essere chic! Se non puoi realizzare un’illuminazione da incasso non devi rinunciare al bello di una piantana di design per ravvivare un angolo.

Ovviamente anche per una casa in affitto è necessario uno studio del mood interno, per cui non è inverosimile un intervento di un professionista di interior design.

Inserisci arte e creatività

Migliorare una casa in affitto

Crea movimento con cuscini, coperte e quadri. L’arte e la creatività valorizza di molto il design degli interni di ogni appartamento. Puoi acquistare quadri grandi oppure tele o arazzi da appendere per movimentare pareti o corridoi senza arredi.

Un divano anonimo può cambiare aspetto con su cuscini firmati, ad esempio di Pierre Frey, Fornasetti o altri designer di tessuti. Il cheap può andare a braccetto con lo chic, se vuoi. Chi lo ha detto che i pouf di casa tua devono essere necessariamente di Ikea? Con un pouf realizzato con un tessuto di qualità o una stampa fantasiosa puoi rivoluzionare il look di un angolo scrivania o rivestire una poltrona ormai consumata.

Migliorare una casa in affittoAgli imbottiti puoi abbinare anche coperte che possono essere riutilizzate in qualsiasi casa. Per le tende scegli qualcosa invece di semplice perché sono legate alle dimensioni delle finestre.

 

Articolo correlati

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi annullare l'iscrizione se lo desideri. Accetta Leggi di più