Non tutti hanno la possibilità di farsi seguire da un professionista in materia di arredamento. In Italia il fai da te è sempre più diffuso, ma non è detto che non si commettano errori nella progettazione dei propri interni.

Si sa, obiettivo condiviso è creare una casa calda, pratica, funzionale ed esteticamente accogliente.

Ci si affanna all’acquisto di mobili e complementi facendosi consigliare dal negoziante o da un’amica, ma non sempre il risultato è soddisfacente.

“Mi sono cimentata nell’arredare la mia casa, ma penso che manchi sempre qualcosa”.

“Ho già comprato tutti gli arredi, però credo che non traspaia una grande personalità”.

“Ho fatto tutto io, ma mi dici se devo aggiungere delle mensole e cosa posso metterci sopra?”.

“Ho bisogno dell’architetto per completare il look di casa e comprare i complementi”.

Queste le richieste e le affermazioni che sento più spesso.

È noto che ogni grande viaggio parte da un piccolo passo, ma in questi casi sarebbe stato meglio farne qualche decina in meno!

Vediamo dunque quali sono gli errori più comuni e quelli da evitare come l’ebola per creare un ambiente da copertina.

errori da evitare arredamento

Pensare di fare a meno di uno stile

Qualsiasi architetto o interior designer che deve approcciarsi alla definizione di un interno parte dalla fine, ossia dallo stile che vuole ricreare in un ambiente.

Pensare di farne a meno, accostando arredi che piacciono presi qui e là senza un filo conduttore è un errore da principianti.

Come anche cercare di riciclare tutti gli arredi provenienti da un interno precedente. Gli interni sono come un bel vestito. Non credo che speri di indossarlo per più di 10 anni.

Il vantaggio che un architetto ti garantisce è una visione d’insieme che forse tu non puoi avere.

Per renderti la vita più facile puoi cercare più ispirazioni possibili in rete sull’interno che vuoi realizzare. Ovviamente non è detto che poi sia semplice metterlo in pratica, anzi, in genere non lo è perché gli spazi sono sempre complessi, ma è almeno una guida per non comprare arredi sbagliati.

Una volta che hai trovato le ispirazioni giuste, se non vuoi fare pasticci ti conviene “ispirarti fedelmente” cioè copiare quanto di più bello ci sia nelle foto.

Avere fretta

Uno degli atteggiamenti più sbagliati quando si arreda casa è volere tutto e subito.

In realtà l’arredamento è un processo lento e graduale, soprattutto quando si fa da soli.

La fretta provoca le seguenti conseguenze:

  1. Ti fa acquistare arredi che non sai nemmeno se possano andare bene.
  2. Compri arredi e complementi nello stesso momento, il che vuol dire che stai andando a gusto tuo.
  3. Compri arredi monocromatici: tutti grigi, tutti bianchi o altri colori che creano un ambiente piatto.
  4. Stai probabilmente accostando stili diversi.
  5. Tinteggi le pareti di un colore solo perché l’hai visto sul giornale.

Il rimedio a tutto questo è uno: fermarsi.

Devi partire dagli arredi di più grande volume, cercando di accostarli ai colori del pavimento e creare un’armonia con i colori delle pareti.

Lascia i complementi alla fine, ma progetta anche quelli. Procedi per step. Non dare retta a chi ti mette ansia, fretta e chi ti fa lo sconto solo entro le 24 di questa sera.

La decisione migliore è quella che ti rende felice: non fare scelte tristi o che non ti convincono solo perché non vuoi vedere quella mensola vuota.

Errori da evitare nell’arredamento fai da te

Errori da evitare nell'arredamento fai da te

Non progettare la luce

Tasto dolentissimo: la maggior parte delle case fai da te hanno un sistema di illuminazione che lascia moltissimo a desiderare, anzi, che è a dir poco imbarazzante.

Luci basiche a centro stanza, niente di particolarmente interessante o che colpisca l’attenzione. Lampadari ovunque, plafoniere di dubbio gusto e applique della nonna.

Anche chi acquista una nuova casa e non specifica al costruttore che vuole qualcosa di più si ritroverà con i soliti punti luce senza scampo.

Mi sono ritrovata spesso su cantieri in cui non erano previste nemmeno le luci sottopensile in cucina o con meno del minimo sindacale nella zona living!

Questo è un elemento importante da tenere in considerazione perché influenzerà moltissimo la resa estetica dei tuoi interni.

Ad esempio, a molti non piacciono i controsoffitti e non piacciono nemmeno i faretti non ad incasso. Questo è un problema quando si vuole creare qualcosa di bello e si ha un unico punto illuminante a centro stanza.

Il mio consiglio è di guardarsi intorno per capire quali alternative di illuminazione hai, oppure di farti progettare la luce da un professionista.

Scegliere i colori a caso

Uno degli errori da evitare nell’arredamento di casa è scegliere i colori senza fare riferimento ad una palette.

Il rischio è di averne troppo pochi in una stanza o, al contrario, un patchwork di materiali e tinte. Il colore di una parete va scelto sulla base di tre criteri:

  • L’effetto correttivo che può avere nella stanza. Ho scritto un post dedicato a questo argomento.
  • La necessità di rendere un angolo più scenografico o riempire un vuoto.
  • La volontà di abbinare dei colori con l’arredo o creare una parete di accento.

In ogni caso, per fare un esempio, non è corretto prendere un colore che piace e spalmarlo per tutta la casa o parti di questa fregandosene del resto.

L’effetto apparirà sempre non progettato, quindi scontato o mal abbinato.

C’è una sezione in questo blog, in costante aggiornamento, che ti spiega come scegliere e abbinare colori e materiali. Ti consiglio di leggerla!

Questo articolo qui sotto è molto importante per chi si approccia all’arredo fai da te e deve impostare una palette colori.

Abbinamento colore per gli Interni Contemporanei: la regola dei 3 Colori

Posizionare i mobili solo sui muri, intorno al perimetro della stanza

La disposizione dei mobili deve essere funzionale, non da sala da ballo.

Lasciare troppo spazio al centro per posizionare tutto sui lati non è una buona strategia perché non ti farà guadagnare spazio.

Spesse volte questo vizio di mettere tutto al lato causa anche una sproporzione degli arredi. Divani troppo grandi su pareti piccole oppure tavoli galleggianti in uno spazio vuoto.

L’arredamento contemporaneo porta con sé anche un’organizzazione dello spazio studiata.

Prova a utilizzare cartoni e ingombri sul pavimento per simulare una disposizione interna. Lo so che non è semplice, ma non è nemmeno impossibile!

Una raccomandazione: non chiamare l’architetto quando hai già deciso tutto. Cerca di interpellarlo quando hai i primi dubbi per evitare la crisi.

L’architetto infatti non potrà aiutarti se hai esaurito il budget oppure se puoi acquistare solo qualche vaso o cambiare una lampadina!

Trasforma la tua casa in un ambiente da sogno!

La tua casa è pura emozione.
Ristrutturare o cambiare l’arredamento interno non può più essere un tentativo alla cieca.

Grazie alla mia professionalità da architetto e ai render fotorealistici tridimensionali potrai vedere il risultato prima ancora dell’inizio dei lavori.

TRASFORMA LA TUA CASA IN UN AMBIENTE DA SOGNO >> SCOPRI COME


Gaia Miacola
Gaia Miacola

Architetto + Designer, Specializzata in Visual Design e Progettazione di Interni. Ho affiancato diversi studi di architettura e design, sia nazionali che internazionali, progettando per lo più Interiors e Residenze di grande pregio.

Domande? Lascia un commento.
Rispondo sempre di persona appena posso!

Rispondi