Organizzare la Lavanderia: più di 50 Idee per Farlo al Meglio!

organizzare la lavanderia

Una casa è composta di ambienti da vivere e di zone di servizio, che devono essere iper-funzionali.

Organizzare la lavanderia è un’esigenza fondamentale per evitare lo spreco di spazio e mantenere tutto in ordine.

Distinguiamo subito due casistiche: la lavanderia in una stanza dedicata e una di risulta in un micro vano tipo ripostiglio oppure in un bagno, ad esempio.

Organizzare la lavanderia

Lavanderia + Stireria in una stanza indipendente con finestra

Quando hai a disposizione un vano intero, seppur di dimensioni ridotte, hai la possibilità di creare uno spazio dedicato completamente al lavaggio e all’asciugatura dei panni. C’è chi persino si ritaglia un angolo per la stireria.

Organizzare la lavanderia

Le esigenze primarie di una zona lavanderia sono:

  • Mantenere tutto in ordine
  • Renderla esteticamente accettabile
  • Renderla facile da pulire e da gestire
  • Utilizzarla nelle varie ore della giornata senza che influenzi acusticamente altre camere
  • Conservare detersivi e prodotti pericolosi in sicurezza

 

Andiamo per gradi.

Organizzare la lavanderia

L’importante è che sia facile da pulire

Organizzare la lavanderia: il vano indipendente

Questa situazione è sicuramente la più indicata. Se avesse una finestra, sarebbe perfetta perché alcuni elettrodomestici in funzione (asciugatrice e ferro da stiro) producono vapore che può accumularsi negli angoli della camera sotto forma di condensa.

Un arieggiamento costante è dunque fortemente consigliato.

Organizzare la lavanderia

Asciugare i panni all’interno di casa non è mai indicato, perché di fatto porta alla formazione di condense, muffe e zone in cui proliferano i batteri.

Organizzare la lavanderia

Soluzioni a scomparsa per tenere tutto in ordine

Asciugatrice sì o no?

Dipende. Per alcune situazioni è necessaria, sia perché stendere i panni, ritirarli, piegarli e stirarli porta via un bel po’ di tempo, sia perché se si vive in zone fredde, piovose o molto inquinate tipo le città o i centri storici riscaldati a camino, non è facile asciugare in maniera ottimale.

In quel caso, asciugatrice ok.

Organizzare la lavanderia

I due svantaggi principali dell’asciugatrice sono:

  1. I costi, sia di acquisto che di gestione e consumo (va scelto un elettrodomestico di classe A+),
  2. Il fatto che produce pelucchi sotto forma di polvere che possono intasare i filtri e in qualche caso diffondersi in giro per la stanza.

Come vantaggi, l’asciugatrice permette di asciugare il bucato in modo morbido e profumato in qualsiasi momento della giornata, senza particolari interferenze. In genere i cicli per i cotoni sono di 4-5 ore che possono aumentare per le spugne (asciugamani) o carichi molto pesanti.

In alcuni casi i programmi permettono persino di non stirare la biancheria.

 

Organizzare la lavanderia

Piccola ma funzionale

L’asciugatrice può impilarsi senza problemi su una lavatrice, a patto che le dimensioni dei due elettrodomestici coincidano e che la lavatrice non abbia il carico dall’alto. Esistono in commercio degli armadietti con una mensola che rende l’asciugatrice più stabile.

Organizzare la lavanderia

Più grande ed elegante

 

 

A livello di layout interno, lo spazio di una lavanderia completa deve comprendere almeno:

  1. Lavatrice
  2. Lavello e rubinetto, per lavaggi a mano
  3. Asciugatrice (facoltativa)
  4. Stendi panni d’emergenza o stendi biancheria pieghevole
  5. Cesti per la biancheria, sporca, meglio se differenziati
  6. Spazio per detersivi, ceste, saponi
  7. Spazio verticale per asse da stiro e ferro da stiro
  8. Mensole per poggiare biancheria pulita e/o stirata
  9. Finestra
Organizzare la lavanderia

Quando le ante nascondono

Organizzare la lavanderia

A vista, ma ordinato

 

Accessori e altre caratteristiche aggiuntive sono a scelta di chi la crea.

 

Quando lo spazio non c’è

Nella maggior parte delle situazioni la lavanderia è da creare in uno spazio di risulta che può essere un antibagno, un corridoio, un ripostiglio, una mansarda o un sottoscala.

In questo caso consiglio sempre di adottare una soluzione invisibile, per evitare la vista antiestetica di elettrodomestici impilati o attrezzi infilati alla meno peggio.

 

Organizzare la lavanderia

Ante semitrasparenti ed elettrodomestici rialzati per una maggiore comodità

Puoi optare per un armadio lavanderia chiuso o semitrasparente oppure semplicemente un mobile basso chiuso. Ovviamente va progettata subito, in vista di una ristrutturazione, perché devono essere predisposti gli scarichi, le prese e gli attacchi dell’acqua per farla funzionare.

 

Organizzare la lavanderia

C’è ma non si vede!

Può essere difficile piegarsi e caricare lavatrici e asciugatrici con apertura frontale, per questo c’è chi monta gli apparecchi su piattaforme robuste.

 

Organizzare la lavanderia

Organizzare la lavanderia in un ripostiglio attrezzato!

Stesso discorso quando bisogna organizzare una lavanderia in cucina.
L’ideale è farla rientrare in colonne attrezzate al pari del frigorifero e delle dispense. In questo modo si integrerà nel look della cucina senza invadere e sarà a tutti gli effetti uno spazio di servizio nascosto.

Organizzare la lavanderia

La lavanderia come prosecuzione di una cucina

Se hai installato un’asciugatrice in un armadio, potresti avere problemi di polvere e pelucchi.
Mantieni l’interno dell’armadio pulito, asciuga eventuali condense, pulisci periodicamente i filtri dell’elettrodomestico e, se possibile, lascia le ante aperte durante il funzionamento dell’asciugatrice, per minimizzare la concentrazione di polveri all’interno del mobile.

 

Organizzare la lavanderia

Organizzare la lavanderia

Un armadio a muro in una zona di passaggio

In generale, quando lo spazio è stretto, dovrai sempre tener conto degli spazi funzionali. Ad esempio, una lavatrice e una asciugatrice ad oblò con carico frontale hanno bisogno di almeno 60-70cm davanti per assicurare le attività di carico e scarico. Il lavatoio deve avere larghezza minima di 50-60cm. Diciamo che per un ambiente piccolo, con il minimo indispensabile, sono sufficienti 1,30m x 1,20m. 
Per un ambiente indipendente calcola almeno 2m x 1,8m. Più grande se vuoi aggiungere la stireria.

 

 

Per la lavatrice sono necessari un punto acqua fredda e uno scarico che possono essere aggiunti prolungando il vicino impianto idrico del bagno. Lo stesso si fa per i due punti acqua (calda e fredda) utili al lavatoio. Servono poi due prese elettriche con messa a terra e interruttore differenziale, idonee a sopportare il carico massimo specifico degli elettrodomestici. Si prevede poi una presa elettrica in più a parete. Per l’illuminazione occorre un punto luce generale e uno dedicato da sistemare sotto i pensili.

 

Organizzare la lavanderia

Organizzare la lavanderia

Organizza tutto in sole 2 ante!

Se la lavanderia è in bagno

 

Organizzare la lavanderia

Vicino la doccia, a scomparsa

Quando la lavanderia è in bagno ci possono essere due situazioni scomode.

  1. Lo spazio insufficiente
  2. Dover tenere tutto a vista perché non è possibile creare delle ante apposite

 

Nel caso avessi la possibilità di installare un mobile o delle ante, non esitare: organizza la lavanderia in modo nascosto, vicino la doccia oppure sotto il mobile lavabo.

 

 

Insonorizzare gli ambienti

Quando la lavanderia è adiacente a una camera da letto, uno studio o alla cucina, in alcuni momenti il rumore degli elettrodomestici in funzione potrebbe dare noia.

Se la lavatrice è di vecchia data, acquista innanzitutto un tappetino antivibrante e antiscivolo (lo trovi qui su Amazon).

Questo tappeto ostacola il formarsi di vibrazioni tali da diffondere il rumore nelle stanze circostanti o anche al piano di sotto.

 

Organizzare la lavanderia

Il tappetino che minimizza i rumori e i movimenti della lavatrice

Devi poi accertarti ovviamente che le porte della zona lavanderia siano fatte per bene e un minimo fonoassorbenti per evitare il propagandarsi dei suoni.

 

Nei casi più gravi puoi creare una doppia parete fonoassorbente applicando incollare direttamente sul tramezzo un pannello in cartongesso o in poliuretano (lo trovi qui su Amazon), liscio o decorato.

Questo dovrebbe essere sufficiente per risolvere il problema acustico.

 

 

Organizzare la lavanderia

Cestoni ovunque!

Ogni lavanderia che si rispetti presenta cestoni nascosti per organizzare la parte bucato. Quelli più funzionali dividono la biancheria in bianchi, neri e colorati, in modo che impostare la lavatrice poi è più immediato. Se acquisti un mobile o un armadio chiuso, non dimenticarti di questo particolare!

 

 

Organizzare la lavanderia

A scomparsa è sempre la soluzione esteticamente migliore

Organizzare la lavanderia

Organizzare la lavanderia

Organizzare la lavanderia

Organizzare la lavanderia

 

Se la lavatrice e l’asciugatrice devono essere necessariamente a vista, perché non c’è spazio per le ante, cerca di comprare elettrodomestici dal look non troppo invadente e comunque nascondi tutto il resto (detersivi, cesti…) per evitare il caos visivo.

Organizzare la lavanderia

Elegante con effetti luminosi

Organizzare la lavanderia

Organizzare la lavanderia

In un sottoscala

Lavanderia sul balcone

 

Può capitare di organizzare la lavanderia in un ambiente esterno o semi aperto. In questo caso, oltre a valere le regole di cui ho già parlato, sarebbe bene proteggere l’elettrodomestico dalle intemperie, per assicurarne la durata.

Possibilmente va installato in un armadietto a tenuta (in alluminio o altro materiale resistente) tenuto chiuso durante il funzionamento, per evitare il contatto diretto della macchina con l’acqua, polvere e umidità.

 

Organizzare la lavanderia

Quando si è in esterno o semi esterno

Organizzare la lavanderia

Il mio progetto di una lavanderia nascosta in un angolo cottura sul balcone.

I colori migliori per la lavanderia

In genere conviene rimanere su colori chiari e tranquilli.

C’è chi predilige il bianco, chi toni pastello. Indipendentemente dalle tinte, probabilmente la soluzione migliore è una pittura smaltata idrorepellente oppure rivestire con piastrelle la zona del lavello a contatto con l’acqua.

 

Organizzare la lavanderia

I colori migliori: bianchi e legni

Se vuoi dare un colore, opta per la scala dei marroni o armadi effetto legno.

Organizzare la lavanderia

Tutto bianco per un look minimalista

Organizzare la lavanderia

Elegantissima

Organizzare la lavanderia

 

Organizzare la lavanderia

Organizzare la lavanderia

Sfrutta gli angoli!

Se la lavatrice è necessariamente a vista, decorala con degli adesivi divertenti, in tema con il design della stanza.

Organizzare la lavanderia

Decorazioni pop per la lavatrice

 

Trasforma la tua lavanderia in un ambiente da sogno!

La tua casa è pura emozione.
Ristrutturare o cambiare l’arredamento interno non può più essere un tentativo alla cieca.

Grazie alla mia professionalità da architetto e ai render fotorealistici tridimensionali potrai vedere il risultato prima ancora dell’inizio dei lavori.

TRASFORMA LA TUA CASA IN UN AMBIENTE DA SOGNO >> SCOPRI COME

About The Author

Gaia Miacola

Architetto + Designer, Specializzata in Visual Design e Progettazione di Interni. Ho affiancato diversi studi di architettura e design, sia nazionali che internazionali, progettando per lo più Interiors e Residenze di grande pregio.

Domande? Lascia un commento.
Rispondo sempre di persona appena posso!

Leave A Response

*

* Denotes Required Field