Ricavare una stanza in più è il sogno degli italiani. Si sa, sempre più spesso ci si riduce a vivere in case piccole per via dei costi. La famiglia poi aumenta e la necessità di avere una camera ulteriore torna prepotente, insieme ai dubbi.

Sarà possibile vivere ricavando un posto letto in più? Come fare per non traslocare né demolire tutti i muri? Come recuperare una stanza ulteriore?

 

Vediamo alcune soluzioni che possono tornarti utili!

 

La normativa

ricavare una stanza in più

ricavare una stanza in più
Un mio progetto con un arredo divisorio a centro stanza (tv) e una boiserie (a destra) che nasconde un ripostiglio

 

 

 

Partiamo dal presupposto che una camera da letto singola deve, per legge, rispettare almeno i 9mq di superficie. Ci sono camere più piccole in Italia, sicuramente, ma, per rispettare il decreto, hanno destinazione studio o ripostiglio, non camera. I 9mq sono la superficie minima che garantisce la vivibilità. Una doppia matrimoniale deve essere grande almeno 14mq. Di meno se c’è una cabina armadio annessa alla stessa camera.

 

In caso si parli di stanza padronale, con un letto matrimoniale, la larghezza perfetta va dai 4 ai 4.80 metri, mentre la lunghezza dai 3.40 ai 3.60 metri. Sempre parlando di dimensioni minime. La larghezza è indispensabile per accogliere il letto (che, tradizionalmente, è largo tra i 160 e 180 centimetri, e lungo tra i 200 e i 220) e i due comodini, in genere larghi tra 40 e 60 centimetri e profondi circa 30.

 

La cameretta deve poter ospitare comodamente il letto (min 180×90 cm), anche a castello, un armadio e una piccola scrivania. Per legge deve essere dotata di finestra.

 

Riassumendo, i requisiti minimi in mq che occorrono per costruire determinate stanze sono:

⚠️ 14 mq _ Camera matrimoniale con due infissi esterni
⚠️ 15,6 mq _ Camera con possibilità di stanza doppia
⚠️ 9 mq _ Cameretta con un solo letto
⚠️ 9 mq _ Cameretta con armadio in nicchia
⚠️ 6,85 mq _ Bagno più grande con lavatrice e vasca
⚠️ 6 mq _ Studio
⚠️ 4,25 mq _ Secondo bagno con doccia

 

Da queste notizie ti renderai subito conto che non è sempre fattibile, o meglio, non è sempre garantito il buon risultato della divisione.

 

ricavare una stanza in più

Ricavare una stanza in più: come procedere

 

Prima di tutto va analizzata la planimetria. Se hai la possibilità di una finestra ulteriore e/o di metri quadri sufficienti, allora ha senso imbarcarti in questa avventura. Se la tua casa fosse invece molto piccola, con pochissime aperture e già affogata, forse è il caso di rivolgerti ad un’agenzia immobiliare per cercare un’altra sistemazione!

Ricorda che spesso, se vuoi una camera in più, dovrai intervenire anche sugli impianti (riscaldamento ed elettrico).

 

ricavare una stanza in più

A livello di soluzioni, puoi intervenire con divisioni permanenti (muri, vetrate o cartongessi), oppure temporanee o removibili (arredi).

 

Le prime sono ideali quando hai lo spazio e le condizioni sufficienti e quando vuoi garantire la privacy della camera. Le seconde quando si tratta di un’idea veloce, che presto andrai a trasformare, e quando non vuoi intervenire sugli impianti.

 

ricavare una stanza in più

In questo articolo ti sto indicando alcune soluzioni che non stravolgano la planimetria e che non comportino l’aggiunta di volume, ad esempio chiudendo verande oppure prendendo spazio da cortili o terrazzi, cosa che non sempre è fattibile legalmente.

 

ricavare una stanza in più

Imprevisti che possono farti perdere la testa

 

Cosa può succedere durante un intervento del genere che non sai prevedere e che può farti letteralmente “mangiare le mani”?

 

  • Trovare un muro portante o un pilastro che non avevi calcolato
    Fai analizzare la planimetria da un tecnico per scongiurare le sorprese
  • Necessità di intervenire sugli impianti
    Che è la parte più costosa, da valutare prima di metterci mani
  • Pensare che si possa fare con 4 soldi
    Anche un semplice arredo richiede un investimento
  • Il risultato non mi garantisce la comodità che volevo
    Prevenire è meglio che curare. Un progetto ti aiuta in questo senso
  • Lasciare un “buco” nel pavimento
    Anche se sposti un tramezzo dovrai sempre prevedere una “toppa” nel pavimento. Se non hai piastrelle o doghe disponibili, meglio cambiare idea.

 

ricavare una stanza in più

 

Le soluzioni più pratiche e intelligenti

 

Per evitare i problemi che ti ho descritto, conviene operare con strutture leggere e removibili. Aggiungere è meglio di togliere o spostare: è più sicuro e permette di scongiurare gli imprevisti.

Vediamo alcune soluzioni.

 

 

Porte e infissi scorrevoli o a scomparsa

 

Sono soluzioni intelligenti perché, nel caso ci fosse bisogno di più luce o di ritornare alla configurazione iniziale, si possono aprire totalmente senza perdere molti centimetri.

Si tratta di sistemi ideali per creare una piccola cameretta o per isolare un letto in più, senza perdere luce e aria.

 

ricavare una stanza in più

 

ricavare una stanza in più

 

Arredi a centro stanza

 

Un arredo a centro stanza è perfetto quando bisogna dividere concettualmente senza separare.

Può essere utile nel caso di camere piuttosto grandi in cui c’è la necessità di garantire privacy visiva senza però isolare da rumori o odori. Non sono adatti infatti per bagni o camere private.

 

In questo articolo che ho già pubblicato ci sono tantissime idee per farlo senza grossi sforzi!

 

ricavare una stanza in più

 

 

ricavare una stanza in più

ricavare una stanza in più

 

Sfruttare le altezze

Spesso è necessario creare dei livelli rialzati per separare diverse funzioni.

Non si tratta di utilizzare un soppalco vero e proprio, più che altro di creare un basamento in grado di fare da elemento contenitore e supportare un’attività nuova, come dormire o ricavare lo spazio per un piccolo ufficio.

 

ricavare una stanza in più

Sono soluzioni di falegnameria, capaci di cambiare completamente il look di una camera e il suo utilizzo.

 

ricavare una stanza in più

 

ricavare una stanza in più

 

 

ricavare una stanza in più

 

Usare arredi a scomparsa

Questi ultimi anni vedono il boom degli arredi a scomparsa. Cucine che non si vedono, letti ribaltabili chiusi in armadi, sistemi mobili che si trasformano completamente. Sono soluzioni smart che permettono un utilizzo dello spazio a 360 gradi, senza sforzi. Ovviamente prevedono un progetto e un’accurata realizzazione, perché in questi casi non si può improvvisare.

ricavare una stanza in più

ricavare una stanza in più

 

ricavare una stanza in più

Creare un nuovo bagno con un “box servizi” a centro stanza

ricavare una stanza in più

ricavare una stanza in più ricavare una stanza in più

 

ricavare una stanza in più

 

Quando gli spazi sono sufficienti e c’è necessità di ricavare un piccolo spazio accessorio, come un bagno, un ripostiglio o uno studio, si può utilizzare una tecnica molto amata dagli architetti che consiste nel creare un box servizi, completamente staccato dal contesto, in materiale diverso o con una pitturazione insolita, che crea una separazione visiva e funzionale.

 

 

 

 

ricavare una stanza in più ricavare una stanza in più

 

 

 

Lasciati ispirare!

 

ricavare una stanza in più

ricavare una stanza in più

ricavare una stanza in più

ricavare una stanza in più

ricavare una stanza in più

ricavare una stanza in più

 

 

Trasforma la tua casa in un ambiente da sogno!

La tua casa è pura emozione.
Ristrutturare o cambiare l’arredamento interno non può più essere un tentativo alla cieca.

Grazie alla mia professionalità da architetto e ai render fotorealistici tridimensionali potrai vedere il risultato prima ancora dell’inizio dei lavori.

TRASFORMA LA TUA CASA IN UN AMBIENTE DA SOGNO >> SCOPRI COME


Gaia Miacola
Gaia Miacola

Architetto + Designer, Specializzata in Visual Design e Progettazione di Interni. Ho affiancato diversi studi di architettura e design, sia nazionali che internazionali, progettando per lo più Interiors e Residenze di grande pregio.

Domande? Lascia un commento.
Rispondo sempre di persona appena posso!

    Risposte a "Come ricavare una stanza in più senza demolire tutto?"

    • Claudia

      Ciao Gaia,
      Mi dispiace non averti conosciuto prima di ingaggiare il mio attuale architetto.
      Volevo chiederti una conferma, vorremmo spostare l’ingresso del bagno che ora si trova in un corridoio della zona notte per accedervi direttamente dalla zona giorno ma mi è stato detto che non è possibile farlo in quanto il bagno deve per forza avere l’ingresso da un disimpegno per disposizioni della normativa igienico sanitaria, è corretto?

      • Gaia Miacola

        Solo se è posizionato nella zona giorno. La cucina o il soggiorno e il bagno devono essere divisi da due porte.

    • giuliana

      salve dovrei ristrutturare un appartamento come posso fare per avere i suoi preziosi consigli per ottimizzare al meglio gli spazi grazie

    • Gaetano

      Salve architetto, Lei riesce a progettare ambienti anche da remoto? Per intenderci lavora come quelle piattaforme di design che mettono all’asta il progetto i cui costi sono predefiniti a secondo i mq da progettare?

Domande? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.